Bondeno
Emilia Romagna

Bondeno è un comune di oltre 15.000 abitanti della provincia di Ferrara. Importante centro di produzione e manifatturazione della frutta, è il più antico insediamento del territorio. Bondeno è tra le Città decorate con Medaglia di bronzo al valor militare per la Guerra di Liberazione perché è stato insignito della Medaglia di Bronzo al Valor Militare per i sacrifici delle sue popolazioni e per la sua attività nella lotta partigiana durante la seconda guerra mondiale con la seguente motivazione: «Laborioso centro della pianura ferrarese, subito dopo l'otto settembre vedeva i suoi figli organizzarsi per la lotta partigiana e sacrificava allo oppressore trentatré giovani vite per la libertà nazionale ed in difesa della dignità del suo popolo. Oppresso dal tracotante nemico che minaccioso tentava con rastrellamenti indiscriminati e deportazioni, di conculcare la fiera resistenza, seppe indomito battersi contro il duplice servaggio, riconfermando le nobili tradizioni patriottiche delle sue genti forti e generose.»

ETIMOLOGIA
Il toponimo sembra provenire dall' antico nome "Bondicus", un canale sito sulla destra del Po presso cui è sorto il borgo. Potrebbe infatti derivare dal termine gallico bunda, ossia conca.

DA VEDERE
L'edificio di culto principale di Bondeno è la Chiesa arcipretale dedicata alla Natività di Maria Vergine, costruita nel 1114 per donazione di Matilde di Canossa con la annessa torre campanaria, recentemente fatta oggetto di importanti interventi di restauro conservativo, emblema di Bondeno. Di stile Gotico lombardo e risalente al sec. XII con rimaneggiamenti del sec. XIV, la torre campanaria ha un impianto a base quadrata decorato pilastri e impreziosito di lesene. La cella campanaria, nel suo stile tardo gotico, fa uso di archi ogivali che racchiudono trifore a sesto acuto.

Sulla piazza Garibaldi sorge la Chiesa del Sacro Cuore detta "delle catene", eretta su un preesistente oratorio attorno alla metà del XVI sec e recentemente fatta oggetto di lavori di restauro e consolidamento statico. L'appellativo "delle catene" deriva dalla documentata presenza di un sagrato protetto dall'immunità ecclesiastica delimitato da catene di ferro. L'annessa torre campanaria risale al 1617. L'edificio è attualmente sede del Presepio Storico Artistico parrocchiale.

Da segnalare anche la Chiesa della Beata Vergine Addolorata, e adiacente al Municipio, il Museo d'Arte Moderna e Contemporanea - Pinacoteca Civica "G. Cattabriga".

Nella frazione di Stellata è presente la Rocca Possente, monumento dichiarato patrimonio mondiale dell'umanità da parte dell'UNESCO facendo parte del sito "Ferrara, città del Rinascimento e il suo Delta del Po". Si tratta di una fortificazione eretta attorno all'XI sec. e successivamente ampliata dagli estensi nel 1362. All'epoca posizionata nelle vicinanze del delta del Po, assieme alla rocca di Ficarolo aveva lo scopo di controllare il traffico navale e mercantile mediante l'utilizzo di una catena tra le due sponde del fiume. Ricostruita nuovamente dopo il 1521, assume la forma con bastioni obliqui "a stella" adatti a resistere ai colpi di artiglieria. La conformazione a stella dell'edificio ha dato il nome alla frazione omonima.

Nella frazione di Ospitale sorge il Santuario della Madonna della Pioppa, patrona degli aviatori. Secondo la tradizione, nell'anno 1600 la Madonna apparve tra i rami dell'unico albero (un pioppo appunto) e parlò ad una bambina sordomuta. La chiesa fu edificata attorno alla seconda metà del XIX sec.

Nella frazione di Settepolesini è presente un'oasi naturalistica ed un importante giacimento di ossa di Mammuth. Il sito, tra i più importanti d'Europa per i ritrovamenti, ha favorito ripetutamente la deposizione di numerose carcasse di animali che hanno abitato la pianura padana in più momenti dell'ultima era glaciale e dell'Olocene.

Il territorio del comune di Bondeno è anche sede di importanti manufatti ed opere di difesa idraulica quali per particolarità ingegneristica meritano menzione la cosiddetta "Botte Napoleonica" e lo stabilimento idrovoro delle "Pilastresi".


ORIGINI E CENNI STORICI
Indagini archeologiche condotte nel territorio comunale attestano la presenza di insediamenti umani sia del neolitico (ex fornace Grandi) che di età romana (Santa Maddalena dei Mosti e Pilastri). Quella di Bondeno è una lunga storia di alluvioni e di grandi opere intraprese per difendersi dalle acque e incanalarle in modo da consentire la coltivazione. Nel Medioevo appartenne al monastero di Nonantola per donazione di re Astolfo, poi fece parte dei possessi di Matilde di Canossa che all' inizio del XII secolo fece costruire a difesa della città un castello, poi distrutto da Alfonso I d'Este. Attorno al 1463 da un artigiano proveniente dall'officina di Gutemberg a Magonza vennero impresse a Bondeno le prime pagine stampate d'Italia. Devastanti furono le invasioni subite dai veneziani nei primi secoli del Millennio e dai parmensi nella seconda metà del Settecento. Con la fine della dinastia estense, Bondeno passò allo Stato della Chiesa. Con Napoleone Bonaparte Bondeno venne accorpato alla Repubblica Cisalpina prima e successivamente al Dipartimento del Basso Po. Nel 1861 Bondeno entrò a far parte del Regno di Sardegna e quindi del Regno d'Italia.

FRAZIONI
Burana, Gavello, Ospitale, Pilastri, Ponte Rodoni, Ponti Spagna, Salvatonica, San Biagio, Santa Bianca, Scortichino, Senetica, Settepolesini, Stellata, Zerbinate.

MUSEI
Pinacoteca Civica "Galileo Cattabriga"

EDIFICI STORICI
Rocca Possente di Stellata (in località Stellata)
Villa Bernardi (a Pilastri), già dei Mosti
Villa Covezzi

EDIFICI RELIGIONI
Santuario della Madonna Lauretana, detto della Pioppa
Chiesetta di Senetica (in località Ospitale)
Chiesa di Sant'Antonio (in frazione Gavello)
Chiesa di San Pietro Apostolo (a Santa Bianca)
Chiesa di San Giovanni
Chiesa della Natività della Beata Vergine Maria
Chiesa dei Servi
Cappella della Madonna del Gamberone.
DATI RIEPILOGATIVI

Popolazione Residente 15.741 (M 7.522, F 8.219)
Densità per Kmq: 89,9 (Censimento Istat 2001)

CAP 44012
Prefisso Telefonico 0532
Codice Istat 038003
Codice Catastale A965

Denominazione Abitanti bondenesi
Altre Denominazioni bondesani (dal dialetto bundsan), bondesini
Santo Patrono San Giovanni Battista
Festa Patronale 24 giugno
Giorno di Mercato Settimanale martedì

Numero Famiglie (2001) 6.415
Numero Abitazioni (2001) 6.912

Il Comune di Bondeno fa parte di:
Area Geografica: Terre di Matilde di Canossa
Regione Agraria n. 1 - Pianura di Ferrara
Associazione Città del Pane

Località e Frazioni di Bondeno
frazioni: Scortichino, Gavello, Pilastri, Burana, Stellata, Zerbinate, Salvatonica, Settepolesini, Ponte Rodoni, Santa Bianca, Casumaro;
località: Ospitale, Ponti Spagna, San Biagio, Senetica

Comuni Confinanti
Cento, Felonica (MN), Ferrara, Ficarolo (RO), Finale Emilia (MO), Mirabello, Mirandola (MO), Sant'Agostino, Sermide (MN), Vigarano Mainarda.

.
TOMASI CASE - COMACCHIO (FE)
ISIT - Istituto di Istruzione Superiore Ugo Bassi Pietro Burgatti - Cento (FE)