Castelnovo ne' Monti 
Emilia Romagna

Castelnovo ne' Monti è un comune in provincia di Reggio Emilia ed è il maggior centro dell'Appennino reggiano. Sorge ai piedi della Pietra di Bismantova, una caratteristica formazione geologica che si presenta come uno stretto altopiano con pareti scoscese ai lati. Il comune di Castelnuovo ne' Monti è situato in posizione strategica sulla antica strada del Cerreto che parte da Reggio Emilia a Nord e conduce all'omonimo valico verso l'Appennino toscano a Sud, ad Ovest la Valle del Secchia , ad Est la Valle dell'Enza. Il punto più alto è la cima dell'altopiano della Pietra di Bismantova a 1047 m.s.l.m mentre il punto meno elevato si trova a 351 m.s.l.m con una escursione altimetrica di 696 m. Il municipio è a 700 m.s.l.m.

ETIMOLOGIA
La prima parte del nome si riferisce ad un Castrum novum, ossia un Castello nuovo. La specifica ne' Monti è una tradizione dotta con evidente significato.

Il capoluogo è situato in una conca racchiusa da tre colline coperte di conifere messe a dimora nel corso degli anni '20: Monte Castello, Monte Forco e Monte Bagnolo. Il territorio è destinato prevalentemente ad agricoltura ed allevamento, attività che nel tempo hanno gradualmente modellato l'aspetto del paesaggio. La vegetazione si compone prevalentemente di querceti e faggeti che si estendono a margine delle coltivazioni. Nelle aree boscose non è raro osservare svariati tipi di selvaggina: lepri, faine, volpi, cinghiali e caprioli sono estremamente diffusi; in particolare, di questi ultimi, l'eccessiva quantità ha provocato danni alle coltivazioni e quindi è stato attivato un programma di abbattimento selettivo per ridurne il numero. Di interesse sono tre emergenze naturalistiche presenti nel Comune : la Pietra di Bismantova, i Gessi Triassici alle sue pendici e l'alveo del fiume Secchia, tutelati dal loro inserimento nel Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano e già compresi nel Parco Regionale del Gigante. Il comune è inserito nella zona climatica F. La popolazione si concentra per la metà nel capoluogo, che conta oltre 5.000 abitanti, un quinto a Felina e per la restante parte nelle frazioni intorno ai due paesi maggiori. Le frazioni, ad eccezione di Felina che annovera più di 2.000 residenti, sono villaggi costituiti da poche case situate in zone favorevoli alle attività agrarie o vicino ad antichi monasteri. Il fenomeno emigratorio, accentuatosi negli anni '70 quando (come mostra il grafico) la popolazione scende sotto le 9.000 unità, vede negli ultimi anni una inversione di tendenza grazie all'afflusso di immigrati provenienti prevalentemente dal Nordafrica e dall'Albania, attirati dalle condizione di benessere ormai diffusa anche in montagna.

DA VEDERE
Castelnovo ne' Monti è meta di un notevole afflusso turistico, soprattutto nei mesi estivi, attratto dal ricco patrimonio ambientale e culturale ed agevolato da una buona ricettività (6 alberghi a due e tre stelle, un'azienda agrituristica e diversi Bed & Breakfast).

Il comune è stato eletto Città slow, la "rete internazionale delle città del buon vivere" che in agosto organizza un Festival in piazza improntato alla promozione dei prodotti tipici.

È presente anche un Centro di Riabilitazione Cardiologica rinomato a livello internazionale.

In grande evoluzione la promozione del turismo sportivo, in virtù degli ottimi impianti sportivi presenti. Diverse squadre professionistiche di calcio, pallavolo (Nazionale Femminile) e basket (Pallacanestro Reggiana) hanno scelto Castelnovo come meta per la loro preparazione fisica pre-campionato

A Castelnovo ne' Monti in collaborazione con la Provincia di Reggio Emilia e la comunità Montana, è attivo un progetto chiamato "Castelnovo ne' Monti, un paese per lo sport".

Nell'ambito di questa iniziativa promossa dall'amministrazione, il comune intende proporre il suo territorio come sito adatto ad organizzare eventi sportivi di vario genere sfruttandone gli impianti e le peculiarità naturali.

Tra le varie manifestazioni sportive sono due quelle da ricordare: torneo di pallavolo giovanile femminile nel periodo di Pasqua ed il torneo della Montagna.

Il torneo di pallavolo è ormai diventato uno dei punti di riferimento del panorama nazionale a livello giovanile. Tutte le più affermate compagini giovanili si affrontano in match molto combatutti dal giorno di venerdì Santo con il gran finale il giorno di Pasqua, così da piu di un decennio.

Il torneo della montagna è uno dei maggiori eventi amatoriale calcistico della provincia. Le squadre rappresentative delle signole frazioni del territorio della montagna reggiana si danno battaglia per più di un mese in estate con gare molto accese. La rivalità tra i paesi e le squadre è molto grande e più di una volta si vedono uscire dal campo i calciatori malconci. Il torneo ha cambiato nome negli ultimi decenni, il suo nome prima era "torneo dell' Amicizia", un nome che era diventato quasi ironico viste le svariate risse ed i molti calci che venivano dati nel corso della manifestazione.

ALTRE MANIFESTAZIONI
Luglio - Festival delle Città Slow, Felina
Luglio - Rally dell'Appennino
Luglio - Trofeo Appennino reggiano di tiro da campagna
Luglio - Meeting nazionale di atletica leggera su pista
Luglio - Mountain bike night
Luglio - Salto con l'asta in piazza
Luglio - Staffetta su strada Memorial "Lorenzo Fornaciari"
Luglio - Gara per cani da ferma Memorial "Alessandro Silvetti"
Luglio - Motoraduno d'epoca, Cà del Cavo
Luglio - Festa nazionale Associazione amici del Fojonco
Luglio - Rassegna corale castelnovese
Luglio - Batdura di Burtela, Festa della trebbiatura, Costa de' Grassi
Luglio/agosto - Torneo nazionale di tennis Memorial "Massimo Francesconi"
Agosto - Corsa delle carrettelle, Felina
Agosto - Tortellata di Ferragosto, Campolungo
Agosto - Festa di Santa Maria Assunta, Felina
Settembre - Sagra di San Michele
Settembre - Torneo calcio a 5 Memorial "Stefano Pasini"

DA VEDERE

Monumenti commemorativi
Monumento ai Caduti - loc. Sparavalle: Composizione costituita da un cippo e da un'edicola dedicati ai partigiani di Castelnovo ne' Monti, Ramiseto e Busana.

Obelisco di Castelnovo - loc. Monte Bagnolo: Monumento alto oltre 10 metri in memoria dei caduti della prima guerra mondiale e della seconda con i nominativi. Iscrizione: "Castelnovo ne' Monti ai suoi Caduti".

Scultura di Castelnovo - loc. Castelnovo: Scultura dedicata ai deportati. Iscrizione : " Sono stati deportati e sono morti per un' italia democratica, libera e pacifica ".


EDIFICI RELIGIOSI

Pieve di Campiliola - loc. Campiliola:

Conosciuta anche come "de Bismantova", la Pieve di Campiliola, precedente al 980 a.C, è stata la più vasta ed importante della Diocesi reggiana con terre in 60 località dell'Appennino e 24 dipendenze già nel 1272.

La chiesa fu ricollocata dalla sommità della Pietra sul sito attuale nel XII secolo e fu più volte restaurata. I caratteri stilistici generali sono riferibili alla seconda metà del XVII secolo; anche se ridimensionata, conserva la forma antica.

Chiesa di Santa Maria Assunta - loc. Felina:

Le prime notizie risalgono all'870 d.C, è uno degli edifici religiosi più antichi del Reggiano. Nel XV secolo è priorato.

La chiesa di Santa Maria conserva strutture di elevato interesse storico tra cui si evidenzia una torre a pianta quadrata realizzata in muratura a ricorsi paralleli, attribuibile al XII-XIII secolo e apparntenente all'antico impianto difensivo del castello di Felina.

Eremo di Castelnovo ne' Monti - loc. Pietra di Bismantova:

Il corredo di affreschi quattrocenteschi conservati nella chiesa dell'originale santuario, è realmente degno di nota e tra questi spicca una pregevole immagine della Madonna con il Bambino, opera di maestri emiliani.

Chiesa di Sant'Apollinare - loc. Ginepreto:

L'epoca di costruzione è precedente al 1229. Il fabbricato occupa una linea montuosa di costa ad elevato interesse paesaggistico da cui si spazia su gran parte del territorio circostante.


APPROFONDIMENTO

La capitale della montagna reggiana

Castelnovo ne' Monti è il maggior centro dell'Appennino Reggiano. La posizione geografica centrale con facile accesso da tutti i comuni montani e il collegamento diretto con Reggio attraverso la ss 63, hanno fatto di questa amena cittadina la sede di numerosi servizi per tutto il comprensorio. Nella carte del XII sec. questo abitato viene detto Castrum Novum Domini Abbatis de Canossa in quanto soggetto a quella Badia, finchè nel 1413, a causa di discordie, Castelnuovo si assoggettò al marchese Niccolò II. Nel Seicento la località veniva descritta come "un porto di mare tra i monti", dal momento che qui si vendevano pesce, sale e olio provenienti dal non distante mare (Lerici) attraversando il passo del Cerreto. Il Sindaco Gian Luca Marconi mira alla realizzazione di servizi e strutture col traguardo della certificazione ambientale ISO 2001. Una particolare attenzione è rivolta alle strutture socio-assistenziali, in particolare all'ospedale, dotato di terapia intensiva. La salubrità dell'aria e il clima mite dovuto alla particolare posizione riparata dai venti e aperta ai passi appenninici, ne fanno inoltre un ideale luogo per le vacanze "verdi", salutistiche e sportive. Le presenze sono di molte migliaia di turisti grazie ad eventi sportivi e socio-culturali, tipicamente Natalizi e Pasquali ma anche estivi, il tutto in un ambiente godibile sito nel cuore dello splendido scenario del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano. L'economia è basata principalmente sulla lavorazione di prodotti enogastronomici, in particolare salumifici e latterie. A tal proposito vogliamo segnalarvi la Latteria Sociale Cagnola costituita da 55 soci, di cui è presidente Orfeo Comastri, che vanta 97.677 q.li di latte lavorato nel corso del 2005 con circa 19.000 forme di formaggio prodotte. Per la Latteria Matilde di Canossa dedichiamo invece uno spazio a parte. Ringraziamo infine la Unieco, la Cofar e la Arcaland e per la partecipazione.

DATI RIEPILOGATIVI

Popolazione Residente 10.761 (M 5.243, F 5.518)
Densità per Kmq: 111,5
Superficie: 96,50 Kmq

CAP 42035
Prefisso Telefonico 0522
Codice Istat 035016
Codice Catastale C219

Denominazione Abitanti castelnovesi
Santo Patrono San Pancrazio
Festa Patronale 12 maggio

Il Comune di Castelnovo ne' Monti fa parte di:
Comunità Montana dell'Appennino Reggiano
Regione Agraria n. 2 - Montagna tra Medio Enza e Dolo
Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano
Movimento Cittaslow (rete internazionale delle città del buon vivere)

Comuni Confinanti
Busana, Canossa, Carpineti, Casina, Ramiseto, Vetto, Villa Minozzo

Musei nel Comune di Castelnovo ne' Monti
Museo della Civiltà Contadina

Chiese e altri edifici religiosi castelnovesi
Santuario Madonna della Pietra di Bismantova

Teatri
Teatro Bismantova.

.
ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI ACHILLE PERI - REGGIO EMILIA - RE 
ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI CLAUDIO MERULO - CASTELNOVO NE' MONTI - RE
LATTERIA SOCIALE LA CAGNOLA - CASTELNOVO NE' MONTI (RE)
LINGUA POINT - REGGIO EMILIA