Alfianello
Lombardia

Alfianello è un comune della provincia di Brescia, in Lombardia.

ETIMOLOGIA
Il toponimo deriva da Alfiano nuovo, una frazione di Corte de' Frati, che a sua volta proviene dal nome latino di persona Alfius al quale è stato aggiunto il suffisso –anus, che indica appartenenza.

ORIGINI E CENNI STORICI
La nascita del primo nucleo abitato nel territorio del Comune di Alfianello risale all'età del bronzo. Sul fiume Oglio, nel tratto che attraversa il territorio alfianellese sono stati ritrovati resti di un centro abitato palafitticolo affine alla cosiddetta "cultura di Remedello" . Sono stati portati alla luce interessanti reperti archeologici, quali un antico e rudimentale aratro, vasellame, vasi con iscrizioni etrusche, utensili di uso comune (ora custoditi nel Museo di Manerbio) . Sul fondo del fiume sarebbero celate almeno due rudimentali imbarcazioni, avvistate nel corso dei secoli durante particolari secche del fiume, non si può dire se di epoca preistorica o medioevale. Il villaggio in seguito abitato da celti di etnia Cenomane, venne poi romanizzato al tempo della centuriazione della pianura, dopo la conquista della Gallia. Secondo le fonti architetto della centuriazione fu il giureconsulto romano (di origine cremonese) Alfeno Varo, da cui sarebbero derivati, secondo alcuni, vari toponimi della zona (Alfiano, Alfianello, la valle Alfiana). Non vi è comunque certezza sull'origine del nome del Paese. L'insediamento romano originario, venne spostato dalle sponde del fiume e costruito su un piccolo rialzo del terreno, che digradava verso l'Oglio in forma di palude. L'impianto originario dell'attuale paese, ancora visibile, ricorda in tutto la forma quasi perfettamente rettangolare di un accampamento romano, con una zona più rialzata adibita a castrum (attuale castello). Dopo la caduta dell'Impero romano la zona venne occupata stabilmente dai Longobardi (con corti a Brescia e Leno). Il paese continuò ad essere abitato. Si trova traccia del nome di Alfianello su un atto di donazione in cui la vedova di un funzionario Longobardo, donava il borgo e altre terre della zona al Monastero di San Salvatore. Con il passaggio ai monaci il Paese riprese vigore, dopo i periodi bui delle invasioni barbariche. Si succedettero vari ordini religiosi, tra cui una significativa presenza dell'Ordine cluniacense (Alfianello fa parte dei cosiddetti "Paesi cluniacensi"). Venne bonificato il territorio convogliando le acque paludose in due alvei principali e venne ripresa la coltivazione e soprattutto l'allevamento dei suini. Nel territorio di Alfianello, da sempre paludoso, non fu mai possibile operare coltivazioni intensive, mentre trovavano un naturale habitat i suini, che qui furono allevati fin dall'avvento dei Celti. Proseguita sotto l'impero romano, e poi con i Longobardi, l'attività intensiva di allevamento divenne la vera ricchezza della popolazione per l'opera dei monaci. Dal rinascimento fino all'800, le varie famiglie nobili avevano in Paese palazzi rurali con annesso allevamento di suini. Questa presenza costante ha dato origine ad una attività e ad una esperienza nel settore della lavorazione della carne di maiale che ha radici millenarie. Particolarmente apprezzato e famoso il "salame di Alfianello", denominazione registrata. Il Paese diede i natali a Ludovico Pavoni, appartenente alla omonima famiglia, che divenne sacerdote e grande innovatore nella educazione dei fanciulli, precursore e maestro di San Giovanni Bosco, fatto beato dalla Chiesa. Ad Alfianello nell'anno 1883 cadde il meteorite (bolide) più grande che sia mai stato catalogato in Europa, del peso di quasi due quintali. La notizia ebbe grande eco in tutta la comunità scientifica dell'epoca. Frammenti del meteorite sono esposti nei maggiori musei del mondo. La famiglia sui terreni della quale il meteorite atterrò usa ancora la denominazione "bolide" nelle etichette dei prodotti che escono dal suo caseificio.

DATI RIEPILOGATIVI

Popolazione Residente 2.494 (M 1.261, F 1.233)
Densità per Kmq: 182,8
Superficie: 13,64 Kmq

CAP 25020
Telefonico Prefisso 030
Codice Istat 017004
Codice Catastale A188

Denominazione Abitanti alfianellesi
Santo Patrono SS. Ippolito e Cassiano
Festa Patronale 13 agosto

Il Comune di Alfianello fa parte di:
Regione Agraria n. 13 - Pianura Bresciana Centrale
Parco dell'Oglio Nord

Comuni Confinanti
Corte de' Frati (CR), Milzano, Pontevico, San Gervasio Bresciano, Scandolara Ripa d'Oglio (CR), Seniga.

.
Istituto Santa Maria degli Angeli Madri Orsoline
SCUOLA DON ORIONE - BOTTICINO (BS)
EUROSWITCH - SALE MARASINO (BS)
scuola santa maria della pace - brescia - bs
ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE LUIGI EINAUDI - CREMONA