Casalpusterlengo
Lombardia

Casalpusterlengo è un comune della provincia di Lodi, in Lombardia. Dopo Lodi e Codogno, è il terzo comune più popoloso della provincia. In occasione della costruzione della nuova biblioteca, che ha sostituito quella in via Cavallotti, è stata fondato il Centro Cultura che si occupa del teatro e della biblioteca. La costruzione teatrale, situata nella piazza maggiore, ha recentemente subito un radicale "re-styling" che ne ha modificato le linee interne: l'edificio ha in passato ospitato rappresentazioni di opere liriche di buon livello con artisti celebri,come si legge nella "cronologia" edita (cfr: Bibliografia).Già da prima dell'edificazione di questa costruzione,però, moltissime compagnie girovaghe di piazza di attori o di burattinai ebbero ad esibirsi nel borgo. Secondo l'ISTAT, il territorio comunale comprende il centro abitato di Casalpusterlengo, le frazioni di Vittadone e Zorlesco, e le località di Barona, Borasca e Boraschina, Buongodere, Olza e Tesoro. L'economia di Casalpusterlengo è in buona parte rappresentata dall'agricoltura: vi sono infatti numerose aziende specializzate nella coltivazione di mais e foraggi. Particolarmente fiorente è l'allevamento di bovini sia da latte che da carne, utilizzando anche attrezzature e apparecchiature molto avanzate. Anche l'industria vanta presenze significative, nel settore alimentare, in quello chimico e cosmetico, meccanico e del legno. Numerose sono anche le piccole imprese artigiane e commerciali, per lo più a conduzione familiare. La forza lavoro non è tuttavia interamente occupata in ambito comunale, e si assiste al fenomeno del pendolarismo, in particolare in direzione di Milano. Nel corso degli ultimi due decenni, il volto di Casalpusterlengo si è alquanto modificato grazie a numerose iniziative edilizie. Casalpusterlengo è un importante nodo stradale, posto all'incrocio delle strade statali 9 e 234. A causa dell'assenza di una tangenziale (peraltro in discussione da decenni), il traffico di transito attraversa la città su percorsi inadeguati, con effetti deleteri sulla qualità urbana ed ambientale. Nelle vicinanze transita inoltre l'Autostrada del Sole; l'uscita Casalpusterlengo - Ospedaletto è posta nel territorio comunale di Ospedaletto Lodigiano, alcuni kilometri ad ovest della città. La stazione di Casalpusterlengo è posta sull'importante ferrovia Milano – Bologna ed è punto d'origine della linea per Pavia, di interesse locale. La stazione è servita esclusivamente da treni regionali ed è interessata prevalentemente da un traffico pendolare verso il capoluogo lombardo. Il territorio comunale è lambito dalla linea ad alta velocità Milano – Bologna, costruita in affiancamento all'Autostrada del Sole.

ETIMOLOGIA
Chiamato anticamente casal Gausari, dal nome di persona Gausar, il nome odierno trae origine dal cognome della famiglia lodigiana Pusterla, con l'aggiunta del suffisso -engo di origine germanica. La prima parte deriva dal fatto che in origine probabilmente fu un casale o un terreno con una casa colonica.

DA VEDERE
Il cuore della città è la piazza del Popolo.
In questa piazza si trovano la chiesa dei SS. Bartolomeo e Martino, del secolo XIV, il palazzo del comune, il teatro e la biblioteca comunale. A breve distanza è la torre Pusterla, simbolo della città.
Da ricordare anche il santuario della Madonna dei Cappuccini che risale al XVI secolo. Sono segnalati il simulacro della "Madonna dei Cappuccini" del XV secolo e la tela dell'Ascensione, di Giambattista Trotti detto il Malosso. Lungo via Garibaldi si trova una lapide posta a memoria del passaggio in città di Giuseppe Garibaldi. In via Cavour è conservata la camera dove dormì Napoleone Bonaparte.

ORIGINI E CENNI STORICI
Di antica origine, nel XIV secolo appartenne ai Pusterla, a cui successero i Lampugnani (1450), i marchesi Castelli (1665-1695) e infine i Trivulzio. Fu teatro di numerosi fatti d'arme nei secoli XV e XVI, e al tempo delle conquiste napoleoniche. Dell'antico castello, eretto dai Pusterla, rimane una torre merlata, a due corpi sovrapposti, recentemente restaurata. Al Seicento risalgono la parrocchiale dei SS. Martino e Bartolomeo, con facciata ripristinata nel secolo scorso, e la chiesa di San Bernardino.
In età napoleonica (1809-16) al comune di Casalpusterlengo furono aggregate Pizzolano, Vittadone e Zorlesco, ridivenute autonome con la costituzione del regno Lombardo-Veneto. Vittadone e Zorlesco furono aggregate definitivamente nel 1929.
Dal 1976 Casalpusterlengo si fregia del titolo di città.
Il nome deriva dai Pusterla, casata cui Casalpusterlengo appartenne nel XIV secolo. Esiste anche una seconda teoria la quale dice che il nome derivi da Casale Pistorus in quanto in epoca romana furono costruiti dei forni da panificazioni.

DATI RIEPILOGATIVI

Popolazione Residente 15.302 (M 7.594, F 7.708)
Densità per Kmq: 598,2
Superficie: 25,58 Kmq

CAP 26841
Prefisso Telefonico 0377
Codice Istat 098010
Codice Catastale B910

Denominazione Abitanti casalini
Santo Patrono San Bartolomeo
Festa Patronale 24 agosto

Il Comune di Casalpusterlengo fa parte di:
Regione Agraria n. 2 - Pianura di Codogno

Località e Frazioni di Casalpusterlengo
Zorlesco, Vittadone; Borasca, Boraschina

Comuni Confinanti
Brembio, Codogno, Ospedaletto Lodigiano, Secugnago, Somaglia, Terranova dei Passerini, Turano Lodigiano.

.
ARCOBALENO Srl - Casalmaiocco - Lodi - LO
ABB - LODI - Via dei Ceramisti - San Grato
ASTEM SPA - ASTEM SRL - LODI - LO
UNA HOTELS AND RESORTS - LODI SAN GRATO (LO)
INALCA - MONTANA - OSPEDALETTO LODIGIANO - LO
ANTICA TRATTORIA DA CATTIVELLI - MONTICELLI D'ONGINA - PC
RISTORANTE LOSCARPONE - Passo Penice - Bobbio - Piacenza - PC