CIENNE ABBIGLIAMENTO - MONZA - MB
GEICO - CINISELLO BALSAMO - MI
BIRRIFICIO ARTIGIANALE LARIANO - DOLZAGO (LC)
CAM - C.A.M. - CENTRO ANALISI MONZA - MB
ELLE-VI - Istituto Professionale per la moda - Seregno (MB)
ANTICA TRATTORIA DA CATTIVELLI - MONTICELLI D'ONGINA - PC
 
.
Monza
Lombardia

Monza è una città della Lombardia che sorge a una quindicina di chilometri a nord-est del capoluogo lombardo, a cui comunque è unita in un unico agglomerato urbano attraverso gli adiacenti comuni di Sesto San Giovanni a sud e Cinisello Balsamo a sud-ovest. Fanno parte della conurbazione anche Muggiò e Lissone a ovest e Villasanta a nord-est.Dall'11 giugno 2004 è ufficialmente il capoluogo della nuova provincia di Monza e della Brianza, comprendente numerosi comuni della Brianza meridionale. La nuova provincia, in fase di attuazione, eleggerà i propri organi amministrativi allo scadere del mandato del Consiglio Provinciale di Milano, previsto per la primavera del 2009.La città è attraversata in senso nord-sud dal fiume Lambro. Presso il centro storico, il fiume si biforca e crea un ramo secondario notocome Lambretto che si ricongiunge al corso principale più a sud. Parte del centro storico, dunque, è di fatto un'isola. Vi è anche un secondo corso d'acqua, artificiale, che attraversa il territorio in senso est-ovest ed incrocia il Lambro nei pressi della stazione ferroviaria: si tratta del Canale Villoresi. Nel 2000 la temperatura media annuale è stata di 11,6°C. Nei mesi invernali è scesa a 4°C, in primavera è stata di 14°C, inestate di 18,9°C e in autunno di 9,7°C.

ETIMOLOGIA
Potrebbe derivare dal nome latino di persona Modicia che con il tempo è diventata Modcia, poi Moncia fino all'attuale denominazione. Secondo altre ipotesi il nome potrebbe derivare al latino modica (curtis) (città modesta). Altre interpretazioni sostengono che il nome derivi dal tedesco Ma-gonza in quanto da lì ritornavano i legionari romani che fondarono Monza.

ORIGINI E CENNI STORICI
Urne cinerarie dell'età del bronzo (circa duemila anni a.C.) furono scoperte nel territorio monzese sul finire del 1800: questi ritrovamenti documentano la presenza dell'uomo in questa zona, in un'epoca in cui egli viveva in insediamenti palafitticoli. L'invasione dei Longobardi determinò l'importanza storica di Monza (Modoetia). Il re Autari, re dei longobardi, sposò infatti Teodolinda, figlia di re Garibaldo di Baviera e famosa regina dei longobardi. Questa fece costruire sulla riva del fiume lambro un "oraculum", un luogo di preghiera, le cui vestigia (muri del VI secolo) si trovano tuttora a far parte della Basilica di San Giovanni, e spostò la sua residenza in questa città. Tutto ciò è testimoniato dalle parole di Paolo Diacono, uno dei maggiori cronisti dell'XVIII secolo, autore della maggiore opera di storia longobarda (Historia Longobardorum) in cui leggiamo: "[...] Theudelinda regina basilicam costruxerat, qui locus supra Mediolanum duodecim milibus abest, [...]" In seguito nacque anche una leggenda riguardo alla creazione dell'oraculum. Secondo la tradizione infatti teodolinda, addormentatasi lungo la riva del Lambro durante una battuta di caccia del re e della corte longobarda, avrebbe visto in sogno una colomba, simbolo dello Spirito santo, che le avrebbepronunciato la parola modo, ad indicare che avrebbe dovuto dedicare quel luogo a Dio. la regina a quel punto avrebbe risposto etiam, indicando la sua accondiscendenza al volere divino. Dall unione delle due parole modo ed etiam sarebbe poi nato il nome della città: Modoetiam. In seguito, intorno a questo luogo, fece erigere la città.

MONUMENTI PRINCIPALI

Villa Reale
La Villa Reale è uno dei monumenti più importanti della città. La villa nacque come simbolo del prestigio e della magnificenza della corte asburgica, voluta dall'imperatrice Maria Teresa d'Austria per il suo quarto figlio maschio, l'arciduca Ferdinando D'Austria, che in quel tempo risiedeva a Milano e desiderava una villa fuori città per trascorrere la stagione estiva e per andare a caccia. I lavori ebbero inizio intorno al 1777 sotto la guida di Giuseppe Piermarini. E' composta da un corpo centrale e due ali che si dipartono ad angolo retto. Ora la Villa è in fase di restauro.

Arengario
L'Arengario si trova nel punto più alto del centro storico, in piazza Roma, punto da cui partono le vie principali dell'area pedonale. Si tratta del palazzo comunale, costruito nel XIII secolo. Inizialmente era privo della torre e della "parlera", il balcone da cui si affacciavano i signori per parlare con la popolazione.

Museo Serpero
Il Museo Serpero si trova all'interno del Duomo. Ospita gran parte dei tesori risalenti all'epoca della regina Teodolinda, tra cui la Chioccia con i pulcini, la Croce di Agilulfo e la Corona Ferrea.
Duomo
Per approfondire, vedi la voce Duomo di Monza. Il Duomo si affaccia sulla piazza più grande del centro storico. Il restauro del campanile è in via di ultimazione e si può già ammirare la cella campanaria libera dall'impalcatura. La tradizione vuole che sia stata la Regina Teodolinda ad ordinarne la costruzione.

Chiesa Santa Maria in Strada
Per approfondire, vedi la voce Chiesa Santa Maria in Strada di Monza. La Chiesa Santa Maria in Strada si trova in via Italia. Originariamente faceva parte di un convento dei "frati della penitenza". Al suo interno è presente anche un piccolo chiostro.

Chiesa San Pietro Martire
La Chiesa di San Pietro Martire si affaccia sulla omonima piazza. Sorta nel XIV secolo, divenne parte di un complesso conventuale e successivamente sede del tribunale dell'Inquisizione.

Chiesa Santa Maria al Carrobiolo
La Chiesa di Santa Maria al Carrobiolo venne edificata tra il 1232 e il 1259 su un precedente cimitero pagano, a ridosso del convento degli Umiliati. Il campanile, in stile romanico, risale al 1339.
Chiesa Santa Maria delle Grazie
Per approfondire, vedi la voce Chiesa Santa Maria delle Grazie di Monza. La Chiesa di Santa Maria delle Grazie si trova in via Moncenisio, nelle vicinanze del Lambro e del Parco. Appartenente ai Frati Minori Francescani, fu costruita nel 1463.

Chiesa Santa Maria Maddalena e Santa Teresa.
La Chiesa di Santa Maria Maddalena e Santa Teresa è detta anche "delle Sacramentine" è situata all'angolo tra via Italia e via Santa Maddalena. È stata riedificata nel 1620.

Chiesa San Maurizio
La Chiesa di San Maurizio, situata in piazza Santa Margherita, è stata eretta nel 1469 e faceva parte del convento delle Umiliate, dove visse la Monaca di Monza, Virginia De Leyva, personaggio realmente esistito citato nei Promessi Sposi.

Via Lambro
La via Lambro è ritenuta la più antica di Monza e situata nel nucleo primitivo della città medioevale.
Parte da Piazza Duomo e si estende sul fianco sinistro della basilica, scendendo verso il Lambro con tracciato regolare, e passando in fondo sotto una "casa torre" medioevale ("Punt Scür" in dialetto).
Questa torre è stata restaurata completamente nell'Ottocento.
Ha monofore, trifore e merli guelfi che poggiano sopra una cornice di archetti.
Si notano in principio della strada le case a sporto del Trecento e del Quattrocento con balconcini di ferro battuto del Settecento.

San Gerardino
È un rione caratteristico del centro storico come quello, più a sud del Lambro, detto i Mulini.
Presenta una suggestiva veduta prospettica della case che ergono sul fiume, che, una cinquantina di anni fa, qui si divideva in vari rami che servivano a far funzionare i mulini ad acqua (di questi mulini è rimasto un frantoio).
In un cortile, con loggiato, di via Gerardo dei Tintori vi è una suggestiva chiesetta con affreschi interni risalenti al 1500, attribuibili in parte alla scuola luinesca.
In questo rione si svolge annualmente, il 6 giugno, la tradizionale sagra di San Gerardo, compatrono della città, con la posa di una statua del santo nel letto del fiume.
Ponte de la Mariotta
Su questo ponte era situata la Porta De Gradi che fu distrutta nel 1890.
Il ponte collega via Bergamo con via De Gradi e prese il nome dall'ortolana Mariotta che aveva la sua bancarella sotto l'arcata della porta.

Mulino Colombo
Nei pressi del ponte settecentesco detto San Gerardino sorge il Mulino Colombo. Il mulino, già attivo all'inizio del XVIII secolo, era impiegato in origine per macinare il grano, poi per la follatura della lana ed infine venne utilizzato come frantoio. All'interno, si conservano la macina, il torchio ed altri antichi attrezzi.

Ponte dei Leoni
Costruito nel 1842 sui resti del ponte romano d'Arena del I secolo (una cui arcata è tuttora visibile presso un'estremità dell'attuale ponte) in occasione dell'apertura della via Ferdinandea, ora via Vittorio Emanuele, il ponte è costituito da tre arcate con spalle in granito. Ai lati quattro leoni di marmo, opera dello scultore Antonio Tantardini.

Torre di via Lambro
Nei pressi del ponte dei Leoni, sorge una torre duecentesca detta di Teodolinda. Questa porta fortificata, che si trovava sull'arteria dell'antico borgo medioevale, si sviluppa su tre piani scanditi da caratteristiche finestre.

Stazione Ferroviaria
La Stazione fu costruita nel 1884 e conserva intatta la saletta reale d'aspetto che accolse Umberto I e Margherita di Savoia in occasione dei loro soggiorni estivi nella Villa Reale, dal 1884 fino all'ultimo viaggio a Roma della salma del re, l'8 agosto 1900. La sala presenta decorazioni a stucco, boiseries e dipinti di gusto tardo-eclettico; sulla volta è un medaglione a tempera di Mosè Bianchi con "Il genio Savoia" (1883-84).
Sagre e fiereI fuochi d'artificio della Villa Reale di Monza.

Sagra di San Giovanni
Nelle settimane che precedono il 24 giugno, giorno in cui si festeggia il Patrono di Monza, si svolgono numerose manifestazioni sportive, culturali e folcloristiche che culminano con uno strabiliante spettacolo pirotecnico a ritmo di musica. Durante le celebrazioni si tiene il corteo storico in costumi medievali, ogni anno dedicato ad un evento diverso.

Mercato del Brocantage
La seconda domenica di tutti i mesi (escluso agosto) si tiene in via Bergamo un mercatino dell'antiquariato dove si possono trovare molti oggetti, mobili, soprammobili d'epoca. Partecipano un centinaio di venditori.

Sagra della Madonna delle Grazie
Nel giorno dedicato all'Annunciazione della Vergine Maria si tiene la sagra della Madonna delle Grazie. Nelle vie attorno al Santuario della Madonna delle Grazie, a ridosso del Parco, si concentrano bancarelle con dolci, giocattoli, merci di vario genere ed il "firun", un dolce tipico monzese composto da castagne cotte al forno e infilate ad un filo a formare una collana.

Sagra di San Gerardo
Confusa da molti per essere la sagra dedicata al Santo Patrono della città, il 6 giugno si risorda invece la morte di San Gerardo dei Tintori. La celebrazione di San Gerardo inizia la sera del 5 giugno con la deposizione di una statua del santo nel fiume Lambro vinico a San Gerardino. In questo modo si vuole ricordare il miracolo di San Gerardo: si narra che il santo volesse portare del cibo ad alcune famiglie che vivevano al di là dal Lambro e, non disponendo di ponti per poterlo attraversare, distese il suo mantello carico di provviste e a bordo di questa zattera improvvisata attraversò il fiume. Un altro miracolo viene ricordato con la sagra delle ciliege.

DATI RIEPILOGATIVI

Popolazione Residente 122.712 (M 58.744, F 63.968)
Densità per Kmq: 3.716,3
Superficie: 33,02 Kmq

CAP 20900
ex CAP (non valido) 20052
Prefisso Telefonico 039
Codice Istat 108033
Codice Catastale F704

Denominazione Abitanti monzesi
Santo Patrono San Giovanni Battista
Festa Patronale 24 giugno

Il Comune di Monza fa parte di:
Regione Agraria n. 4 - Pianura di Monza
Parco della Valle del Lambro
Polo Culturale del jazz di Monza e Brianza

Comuni Confinanti
Agrate Brianza, Biassono, Brugherio, Cinisello Balsamo (MI), Concorezzo, Lissone, Muggiò, Sesto San Giovanni (MI), Vedano al Lambro, Villasanta.

Musei nel Comune di Monza
Museo del Duomo "F. Serpero"

Ville e Palazzi
Villa Pallavicini-Barbò, in stile neoclassico
Villa Reale, con Parco

Giardini e Orto Botanici
Roseto Niso Fumagalli

Chiese e altri edifici religiosi monzesi
Santuario Santa Maria delle Grazie :: Frati Minori Francescani
Duomo
Chiesa di Santa Maria in Strada
Chiesa di San Maurizio
Chiesa di Santa Maria del Carrobiolo
Chiesa di San Gerardo
Chiesa di San Pietro Martire

Luoghi di Interesse
Arengario

Stadi di Calcio
Stadio Comunale Brianteo

.
Istituto Statale Istruzione Professionale - Monza - MB
SCUOLA PARITARIA M. TONOLI - MONZA - MB
ISTITUTO VESCOVI VALTORTA E COLOMBO - CARATE BRIANZA (MB)
ISTITUTO SANTA DOROTEA - ARCORE (MB)
ISTITUTO VITTORIA COLONNA - MILANO
RISTORANTE TORRE DELLA SASSELLA - SONDRIO
SIRMAC - MACCHINE PER LA PULIZIA - IDROPULITRICI - ASPIRATORI - NEBULIZZATORI