Moncalieri
Piemonte

Moncalieri è un comune della provincia di Torino. È il primo comune per popolazione dopo il capoluogo della provincia, ed il quinto comune del Piemonte per numero di residenti, superando in questa graduatoria alcuni capoluoghi di provincia della regione. Il territorio di Moncalieri ricalca per certi aspetti quello del capoluogo Torino. Infatti, come esso si estende in parte in collina e in parte in pianura ed è attraversato dal Po nelle zone centrali della città. L'abitato consta di tre corsi d'acqua principali, oltre al maggior fiume italiano, anche il torrente Sangone e il torrente Chisola, nonché numerosi altri rii minori che scendono dalle vicine colline. Il punto più alto della città lambisce il Faro della Vittoria, posto nel Parco della Rimembranza sul Colle della Maddalena. Questo si trova nel territorio del comune di Torino ad un'altezza di 716 m s.l.m..

ETIMOLOGIA
Mons Calierus. E' un composto di monte e dell'aggettivo "calerius" che si riferisce al nome di persona Calerius. Secondo la tradizione popolare deriva da quaglia per indicare un "luogo pieno di quaglie".

DA VEDERE
Tra i suoi monumenti, sicuramente il più famoso è la residenza sabauda. Infatti nel castello di Moncalieri è stata scritta un'importante pagina del Risorgimento italiano con la firma del Trattato di Moncalieri, evento rappresentato anche sulla Porta Navina. Quest'ultima è l'unica porta difensiva rimasta intatta in città. Essa era parte integrante di mura che, insieme ad altre tre porte, difendevano la città medievale. Da sempre risulta l'accordo ideale tra il centro storico e il ponte vecchio, di importanza strategica per chiunque intenda entrare a Torino da sud. Molte sono le chiese che si trovano nell'abitato: Santa Maria della Scala, gotica collegiata della città, che conserva le spoglie del patrono e un'importante scultura dell'illustre Pietro Canonica; San Francesco, come la precedente si affaccia sulla piazza principale del centro storico e risale al XVIII secolo; Santa Croce, che dà poi il nome all'ospedale di Moncalieri e di molti comuni a sud di Torino; Sant'Egidio e la Chiesa del Gesù, entrambe di epoca barocca; la romanica Santa Maria a Testona e l'ammirevole Santissima Trinità, in stile neogotico, a Palera.
Inoltre, nella piazza principale, si trova il secondo simbolo della città: la fontana di Saturnio e numerosi edifici nobiliari (come il palazzo Duck) che, con il palazzo comunale (rimaneggiato il stile barocco), incorniciano piazza Vittorio Emanuele II, donandole un suggestivo aspetto medievale.
Di notevole interesse anche il Real Collegio Carlo Alberto, dove studiavano i rampolli di casa Savoia. Sulla sommità di questa struttura si erge uno storico osservatorio meteorologico, voluto da Padre Francesco Denza.
Sul territorio sono presenti anche altri castelli, come Castelvecchio a Testona, dai chiari lineamenti medievali del XV secolo e il castello di Revigliasco, del XVIII secolo. Chi infine è attratto dall'esoterismo, non può ignorare il Castello de La Rotta, importante non tanto per il valore architettonico, quanto per la supposta presenza di spiriti, dei quali è ritenuto il posto più infestato d'Italia.
Nella notte tra il 4 e il 5 aprile 2008 un incendio avvolge il torrione sud-est del Castello di Moncalieri, perdendo un tesoro inestimabile. Cinque le stanze distrutte, tra fuoco e l'acqua usato per lo spegnimento, e tra i cimeli il Proclama di Moncalieri, firmato nel 1849 si è salvato. Era all'Archivio di Stato.

ECONOMIA
La città continua la sua vocazione industriale, in particolare nei settori della prototipizzazione dell'auto, del design industriale, dell'editoria e della grafica. Da ricordare infatti la presenza dell'Italdesign, dove opera un grande designer di auto di fama internazionale, Giorgetto Giugiaro. Mantiene anche fiorenti la floricoltura e l'orticoltura: il cavolo a forma di piramide ed il crisantemo sono ancora oggi le specialità locali.
Inoltre l'arte culinaria riconosce a Moncalieri l'eccellenza della Trippa di bovino, per la quale è nata una confraternita. La si può assaggiare a novembre, quando viene cucinata in grandi quantità nella piazza centrale della città, in occasione della Fera dij Subiet (Fiera dei fischietti).

L'OSSERVATORIO METEOROLOGICO
Tra le manifestazioni più importanti vi è sicuramente la festa patronale del Bernardo di Baden Baden. La stessa si svolge a metà luglio e culmina con la rievocazione storico-religiosa del XV secolo tra le vie cittadine. Ad animare questa processione vi sono più di trecento figuranti in vesti medievali. Importante è anche l'antichissima Fera dij Subiet, che vanta secoli di tradizione: molti banchi posti nel centro storico mettono in mostra fischietti di ogni foggia. Inoltre sono importanti: la festa del cioccolato, inserita nella manifestazione regionale Cioccolatò, che si svolge nel mese di marzo; il mercato dell'antiquariato, che ha luogo ogni prima domenica del mese e la rassegna Mangiare Bene a Moncalieri, nata dall'antichissima Fiera del Bue Grasso che si svolge nel mese di dicembre. Da ricordare vi sono inoltre le iniziative di carattere musicale. Importanti la rassegna "Moncalieri Jazz" di novembre al teatro Matteotti, recentemente si è espansa per le strade del centro cittadino e di altri comuni dell'area torinese. Nonché "Ritmika", concorso per band emergenti che si svolge a giugno alle fonderie Limone.

BIBLIOTECHE
Biblioteca Civica A.Arduino, soggetto capofila del progetto SBAM (sistema interbibliotecario area metropolitana), con obiettivo di creare rapporti di scambio tra le biblioteche dell'area metropolitana torinese, in pratica dar vita a un'unica grande biblioteca.
Biblioteca Civica di Revigliasco Torinese
Biblioteca Europea di Cultura "V. Del Litto"

MUSEI
Museo dij Subiet

TEATRI
Teatro Matteotti, gestito dal comune
Teatro Fonderie Limone, gestito dal Teatro Stabile di Torino

MANIFESTAZIONI
Tra le manifestazioni più importanti vi è sicuramente la festa patronale del Bernardo di Baden Baden. La stessa si svolge a metà luglio e culmina con la rievocazione storico-religiosa del XV secolo tra le vie cittadine. Ad animare questa processione vi sono più di trecento figuranti in vesti medievali. Importante è anche l'antichissima Fera dij Subiet, che vanta secoli di tradizione: molti banchi posti nel centro storico mettono in mostra fischietti di ogni foggia. Inoltre sono importanti: la festa del cioccolato, inserita nella manifestazione regionale Cioccolatò, che si svolge nel mese di marzo; il mercato dell'antiquariato, che ha luogo ogni prima domenica del mese e la rassegna Mangiare Bene a Moncalieri, nata dall'antichissima Fiera del Bue Grasso che si svolge nel mese di dicembre. Da ricordare vi sono inoltre le iniziative di carattere musicale. Importanti la rassegna "Moncalieri Jazz" di novembre al teatro Matteotti, recentemente si è espansa per le strade del centro cittadino e di altri comuni dell'area torinese. Nonché "Ritmika", concorso per band emergenti che si svolge a giugno alle fonderie Limone.

ORIGINI E CENNI STORICI
Il borgo di Moncalieri risale al 1228, fondato da un gruppo di abitanti di Testona, attuale frazione moncalierese, che cercarono riparo nella parte più alta del territorio per sfuggire all'assalto dei chieresi. Nei secoli successivi la città conobbe un notevole sviluppo grazie al facile accesso al Po, di cui controllava il ponte strategico, e la facile difendibilità, in quanto posta sulla collina. Infatti il ponte, per lungo tempo in mano ai Templari, risultava l'unico accesso a Torino per chi proveniva da sud. Sul finire del 1400 un principe tedesco Bernardo di Baden Baden morì di peste tra le mura cittadine; in seguito ad alcuni miracoli venne beatificato e divenne patrono di Moncalieri. Fino al Cinquecento il comune controllava un vasto territorio, tra cui gli odierni comuni di Nichelino e La Loggia. Al suo interno ospitava molti ordini religiosi, fra i quali i Templari, i frati dell'Ordine Carmelitano e i frati Cappuccini, nonché i Frati Minori di San Francesco, gli Umiliati di San Giacomo ed i Canonici di Santa Maria della Scala. Il loro contributo andava crescendo con il tempo e insieme a loro cresceva il ceto mercantile; il connubio tra le due classi portò alla fondazione di numerose scuole sul territorio. Nel Seicento Moncalieri poteva già fregiarsi del titolo di città che le fu dato dal re Carlo Emanuele I in occasione delle nozze del figlio Vittorio Amedeo I svoltesi nel 1619 proprio a Moncalieri. In seguito il destino della comunità si legò al casato dei Savoia, che in diverse occasioni ha scritto pagine storiche decisive nel castello di Moncalieri (nel XVIII secolo ospitava i membri della casa reale per tutto il periodo estivo). Nella città ebbero luogo importanti episodi del Risorgimento italiano, quali, ad esempio, l'enunciazione del famoso Proclama di Moncalieri e vennero educate le menti dei rampolli reali attraverso l'istituzione del Real Collegio Carlo Alberto. Nell'Ottocento la città si industrializzò e divenne per una parte del secolo seguente mèta di vacanze, specialmente dei torinesi. Testimoni del fenomeno turistico sono le numerose cartoline storiche che ancora si possono acquistare in alcuni negozi cittadini. Oggi Moncalieri ospita un notevole numero di insediamenti industriali ad alta tecnologia, come la prototipizzazione delle automobili.
DATI RIEPILOGATIVI

Popolazione Residente 53.350 (M 25.773, F 27.577)
Densità per Kmq: 1.120,1

CAP 10024
Prefisso Telefonico 011
Codice Istat 001156
Codice Catastale F335

Denominazione Abitanti moncalieresi
Santo Patrono Beato Bernardo di Baden
Festa Patronale 15 luglio

Numero Famiglie 21.861
Numero Abitazioni 22.841

Il Comune di Moncalieri fa parte di:
Parco Fluviale del Po (tratto Torinese)

Località e Frazioni di Moncalieri
Barauda, Bauducchi, La Gorra, Moriondo, Palera, Revigliasco, San Pietro, Santa Maria, Tagliaferro, Testona, La Rotta, Tetti Piatti, Tetti Rolle, Tetti Sapini

Comuni Confinanti
Cambiano, Carignano, La Loggia, Nichelino, Pecetto Torinese, Santena, Torino, Trofarello, Villastellone, Vinovo.

.
Gruppo Italia Gruppo Scuole Torino
ISTITUTO PARITARIO SANT'ANNA - MONCALIERI - TO
CASA DI CURA E RIPOSO SAN LUCA - Pecetto Torinese - TO
LICEO VITTORIA - LICEO EUROPEO - ISTITUTO VITTORIA - VITTORIA INTERNATIONAL SCHOOL - TORINO - TO
LICEO D'ARTE E SPETTACOLO TEATRO NUOVO TORINO - TO
Engim Piemonte - Torino - Formazione Professionale - Torino - TO
SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SUORE DOMENICANE - MONCALIERI (TO)