.

 

 

 

 

 

 

 

Orosei
Sardegna

Orosei (in sardo Orosèi) è un comune di 6.206 abitanti della provincia di Nuoro, posto lungo la costa orientale della Sardegna, a circa 2 km dal mare (Marina di Orosei). Di economia essenzialmente agricola fino a qualche decennio fa, successivamente ha avuto un grande crescita economica con il maggior sfruttamento delle cave di marmo e del turismo balneare (Marina, Cala Liberotto con le spiagge di Sas Linnas Siccas, Cala Ginepro, Mattanosa, Bidderosa, Sa Curcurica). A circa 2 chilometri dalla costa, Orosei è posizionato nella valle del fiume Cedrino. Nei 15 km di costa del suo territorio si alternano immense spiagge (Marina di Orosei, Su Barone, Osala, Cala Ginepro, Sas Linnas Siccas, Sa Curcurica) e spioventi alture rocciose, da cui potersi tuffare (Cala Liberotto). Orosei si affaccia su un golfo che prende il suo nome.

ETIMOLOGIA
La provenienza etimologica del vocabolo Orosei è da attribuire agli Aesaronenses (Esaronensi), una delle principali tribù nuragiche - così come vengono tramandate dagli scritti romani - che popolavano la Sardegna e la Corsica. Tolomeo in uno dei suoi scritti nel menzionare una stazione romana la chiamò col nome di Fanum Orisi che poi, sotto il giudicato di Gallura, divenne Urisè.

MANIFESTAZIONI
Orosei ha una storia ricca e le manifestazioni seguono spesso un profilo in cui il carattere religioso viene integrato dagli aspetti profani della festa, senza mai distaccarsi dalle profonde radici immerse nella tradizione. 16 gennaio. "Su ocu de Sant'Antoni"(Antonio Abate) Pasqua. I riti della settimana Santa: Sos Sepurcros, Via Crucis e S'Incontru, il giorno di Pasqua. Metà maggio. Sant'Isidru (Isidoro),festa con processione di carri adobbati a festa e dei cavalli agghindati per l'occasione, celebra la tradizione contadina. Ultima domenica di maggio. Santa Maria 'e Mare. Processione delle barche della Madonna dei pescatori, che dal Ponte sul fiume Cedrino partono addobate dai migliori fiorai della provincia di Nuoro con la Madonna, sino alla chiesa, di origine pisana posta alla foce del suddetto fiume. 25 luglio. San Giacomo Apostolo, è la festa del patrono di Orosei, data la sua naturale collocazione estiva è una delle feste più grandi, una tre giorni in cui il paese vive appieno l'estate e respira l'aria festosa. Settembre. Le due Novene al Santuario Mariano della Madonna del Rimedio. Novembre.San Gavino, nell'omonima chiesetta, posta nel rione che guarda dall'alto il centro di Orosei, si festeggia il suddetto santo nella suggestiva visuale della costa orientale.

ECONOMIA
L'economia è basata soprattutto sulle aziende agricole o vinicole . Inoltre è fiorente l'industria dell'estrazione del marmo, noto ed esportato in tutto il mondo. Il turismo è diventato tuttavia negli ultimi anni l'attività principale dell'economia oroseina, grazie al fascino della sua meravigliosa costa.

ORIGINI E CENNI STORICI
L’attuale centro urbano di origine romana, fu fondato verso il II d. C. per mano di un generale romano che lo scelse per la posizione strategica. Tuttavia si hanno testimonianze di un’insistente insediamento nuragico nella zona Nurache, distante un centinaio di metri dal nucleo cittadino originario. Nei vari secoli il paese ha avuto varie epidemie di peste gialla. Orosei è stato più volte soggetto ad attacchi pirateschi, principalmente da parte di Saraceni. Una figura semi-leggendaria nella lotta contro le invasioni dal mare è Tomasu Mojolu, che nel 1806 guidò la resistenza contro un attacco turco.

DA VEDERE
Ad Orosei non sono presenti monumenti a valore civile, ma ne sono presenti numerosi di valore storico e culturale. Come il Museo Comunale Don Nanni Guiso, dedicato alla famiglia Guiso (feudatari del paese, durante i giudicati, e possessori di molti terreni, oggi in minima parte acquistati da alberghi) e in particolare a Don Giovanni 'Nanni' Guiso, deceduto nel novembre 2006.
Sono presenti 17 chiese consacrate, di cui 7 hanno dimensioni relativamente grandi: San Giacomo Apostolo (dedicata al patrono del paese, è una delle più belle chiese della Sardegna), Sas Animas, Il Rosario, Santa Madonna del Rimedio, San Giovanni Battista, Sant'Antonio abate, Sant'Antonio di Padova, e poi altre piccole chiesette, sparse per il vasto centro storico.

DATI RIEPILOGATIVI

Popolazione Residente 5.870 (M 2.941, F 2.929)
Densità per Kmq: 64,9 (Censimento Istat 2001)

CAP 08028
Prefisso Telefonico 0784
Codice Istat 091063
Codice Catastale G119

Denominazione Abitanti oroseini
Santo Patrono San Giacomo
Festa Patronale 25 luglio

Numero Famiglie (2001) 2.057
Numero Abitazioni (2001) 4.001

Il Comune di Orosei è:
Località balneare segnalata con quattro vele nella Guida Blu di Legambiente

Il Comune di Orosei fa parte di:
Comunità Montana delle Baronie
Regione Agraria n. 12 - Colline litoranee di Orosei
Area Minoranza Linguistica Sarda

Comuni Confinanti
Dorgali, Galtelli, Onifai, Siniscola

Chiese e altri edifici religiosi oroseini
Chiesa di Sant'Antonio Abate
Santuario della Madonna del Rimedio
Chiesa parrocchiale di San Giacomo Maggiore
Chiesa del Rosario (XVII secolo)
Chiesa delle Anime (XVIII secolo)
Chiesa di Santa Croce

Eventi, Feste e Sagre
Festa di Santa Maria del Mare (ultima domenica di maggio), con processione di barche.