.

 

 

 

 

 


 

 

Osilo
Sardegna

Osilo (in sardo Osile) è un comune di 3.498 abitanti della provincia di Sassari.
Situato a 672 metri sul livello del mare è uno dei centri più alti della provincia. Nel territorio del comune sorgono le frazioni di Santa Vittoria e San Lorenzo. Centro di primaria importanza fino agli inizi del '900 si è via via spopolato pur conservando vivissime le proprie tradizioni. Il paese, dominato dai resti del castello medioevale dei Malaspina, di cui si conservano due torri e le mura perimetrali, sorge su una delle tre cime del monte Tuffudesu.

 

Tra le realtà più importanti della cultura osilese si segnala l'attività della Compagnia Cinema Teatro Osilo.
La compagnia è nata dalla fusione del gruppo "Cinematografico" col gruppo teatrale "Ojos de amore". Dal 1999 ha realizzato diversi lungometraggi, cortometraggi, rassegne teatrali, serate a tema e, tra gli ultimi lavori, opere teatrali in lingua sarda.
Queste le opere più significative:

1999: "La pensione degli orrori" - Commedia.
2000: "L'eredità dei Malaspina" - Commedia.
2001: "La appatente" - Commedia.
2002: "Castigo" - Cortometraggio, drammatico.
2003: "Un giorno come tanti altri" - Cortometraggio, drammatico.
2005: "Sos amarettes" - Commedia teatrale in un atto (in lingua sarda).
2006: "Giornata della memoria" - Lettura di testi letterari dedicati alla Shoah.
2006: "Video musicali sardi" - Sette brevi filmati, ciascuno della durata di un brano musicale, che fanno da sfondo ad alcune tra le più famose canzoni popolari sarde. I video sono stati girati a Osilo in costume sardo.
2006: "A sos bajanos sa sindria no lis piaghede" - Commedia teatrale in due atti (in lingua sarda).
2006: Rassegna Teatrale "Osilo in... scena" - Con la partecipazione della Compagnia Sa cuvva di Ossi, la Compagnia teatrale di Bono e la Compagnia Cinema Teatro Osilo.
2006: Rassegna culturale "Fra vento e nebbia" - Cinema, teatro (Compagnia teatro Sassari, Teatro S'Arza), musica, letture con accompagnamento musicale dal vivo, animazione per bambini, mostra fotografica.
2007: Tournée teatrale nei diversi centri della Sardegna.
2008: "La colpa" - Dal dramma teatrale "La calunnia" di Lillian Hellman.

MANIFESTAZIONI
La Corsa all'anello, seguitissima gara di abilità a cavallo, richiama ogni anno un numeroso pubblico. Il cavaliere, obbligatoriamente vestito col costume tradizionale di uno dei centri dell'Isola, lanciato al galoppo il suo cavallo, deve infilare uno spadino di legno in uno dei tre anelli sospesi lungo un tracciato rettilineo. Si parte uno per volta e il centro è valido solo se lo spadino rimane infilato in uno degli anelli sospesi lungo il rettilineo di 100 metri che costituisce il percorso. Da non confondere con la Sartiglia, che ha tutt'altro spirito, la Corsa all'anello è una festa conosciuta da sempre. Dall'inizio degli anni '90 l'Amministrazione Comunale ha lavorato per dargli importanza e fama.
La gara si svolge il 12 agosto.

EDIFICI STORICI
Chiesa di Santu Larentu: ubicata nell'omonima frazione;
Chiesa di Santa Ittoria 'e sa Rocca: ubicata nell'omonima frazione;
Chiesa dell'Immacolata Concezione: chiesa parrocchiale dedicata alla Santa Patrona;
Chiesa di Santa Croce: ubicata vicino alla parrocchiale, sede diversi anni fa del cinema parrocchiale;
Chiesa del Rosario: particolarità gli archi che ne caratterizzano l'ingresso le cosiddette "LOLLE";
Chiesa di Babbu Eternu: restaurata di recente, si trova nelle vicinanze del Cimitero;
Chiesa di Santa Lucia: ubicata nelle vicinanze del complesso scolastico;
Chiesa di Sant'Antonio: ubicata nella periferia del borgo, alle pendici del Tuffudesu;
Chiesa di Nostra Signora di Bonaria: ubicata sul colle più alto del Tuffudesu, dove soffia sempre un leggero venticello e da cui si possono ammirare i borghi e le campagne circostanti, l'Asinara e la Corsica.
...e molte altre ancora sparse nel territorio circostante...fino ad arrivare ad ammirare la 36esima!

ECONOMIA
La principale voce dell'economia osilese è rappresentata dall'agricoltura e dall'allevamento ovino. Il noto laboratorio artigiano, riconosciuto dalla Regione Sardegna, è stato chiuso nel 2008. Produceva manufatti come tappetti e altri tessuti, decorati e non, e vantava il marchio I.S.O.L.A. rilasciato dalla Regione.

L'industria lattiero casearia vanta circa 250 aziende, tutte a conduzione individuale o familiare, che producono formaggio, ricotta, ricotta mustia (affumicata) e agnelli, in particolare l'Agnello di Sardegna IGP. Queste imprese hanno però un potenziale economico molto ridotto giacché solo cinque aziende, al momento, possono commercializzare i loro formaggi col marchio CEE, indispensabile per vendere i prodotti nei negozi. Gli altri produttori possono venderlo solo presso le loro aziende agricole, situate spesso in zone scomode, per cui si devono accontentare di smerciare i loro prodotti in paese, rinunciando a una grossa fetta del mercato.

In passato a Osilo si è dato inizio alla ricerca dell'oro. Un'azienda australiana, la Sardinian Gold Mining, ha ottenuto dal Comune di Osilo un permesso per la ricerca del minerale, ricerca fortemente osteggiata dalla popolazione. Il permesso non è stato rinnovato e gli scavi sono stati evitati, in considerazione dei sicuri danni ambientali a fronte di incerti benefici economici. La ricerca dell'oro è così stata abbandonata con la conseguente chiusura di questa parentesi mineraria. Tali ricerche aurifere hanno avuto luogo anche a Furtei, sempre in Sardegna. Il territorio comunale è molto interessante dal punto di vista geominerario, anche per la presenza di ametista. Nelle vicinanze del paese ci sono delle cave di estrazione abbandonate, mentre è attiva quella della frazione di San Lorenzo, che è l'unica che abbia un valore dal punto di vista economico.

Nel paese ha sede un centro di ricerca del Laboratorio Nazionale dell'Istituto di Biostrutture e Biosistemi.

GASTRONOMIA
Osilo è la patria del Pecorino di Osilo, formaggio riconosciuto a livello internazionale, il cui marchio DOP è in via di definizione. Il formaggio è stato inserito nella prestigiosa lista dei Presìdi di Slow Food, riconoscimento riservato a soli nove alimenti in Sardegna, e a soli tre formaggi (insieme a "Casizolu" e Fiore Sardo).
Altro fiore all'occhiello del paese sono le formaggelle (in osilese: casadinas). Dolce tradizionale fatto col formaggio a pasta semicotta, lo stesso che si usa per le famose Seadas di Mamoiada.

DATI RIEPILOGATIVI

Popolazione Residente 3.498 (M 1.689, F 1.809)
Densità per Kmq: 35,6 (Censimento Istat 2001)

CAP 07033
Prefisso Telefonico 079
Codice Istat 090050
Codice Catastale G156

Denominazione Abitanti osilesi
Santo Patrono Immacolata Concezione
Festa Patronale 8 dicembre

Numero Famiglie (2001) 1.517
Numero Abitazioni (2001) 1.798

Il Comune di Osilo fa parte di:
Comunità Montana Osilo
Regione Agraria n. 2 - Colline dell'Anglona

Comuni Confinanti
Cargeghe, Codrongianos, Muros, Nulvi, Ploaghe, Sassari, Sennori, Tergu.