.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

San Gavino Monreale
Sardegna

San Gavino Monreale (in sardo Santu Bainju) è un comune di 9.109 abitanti della provincia del Medio Campidano. San Gavino è una cittadina della Sardegna situata nel cuore del Campidano. Il paese è bagnato a nord dal Rio Pardu. Fino a poco tempo fa era attraversato dalla ferrovia, ma il percorso è stato recentemente deviato, spostando la nuova stazione alla periferia est. È ubicato lungo la Strada Statale 197, attraverso la quale è collegata ai centri di Guspini e Sanluri. Altre strade provinciali collegano il paese ai centri di Villacidro, Pabillonis e Sardara. Per diversi decenni l'economia della cittadina si è retta sulle attività industriali insediate presso la cittadina e nella vicina area industriale di Villacidro. La fonderia di San Gavino è stata una delle più importanti realtà industriali del territorio, ma la chiusura di numerose fabbriche del villacidrese e la sempre più povera produzione all'interno della fonderia hanno reso necessario ricostruire l'economia della cittadina. Oggi la realtà economica è prevalentemente caratterizzata da piccole e medie imprese e dallo sviluppo del settore terziario. Numerosi uffici pubblici e il locale ospedale sono i luoghi di maggior impiego delle risorse umane nel terziario cittadino. Il settore primario in particolar modo l'agricoltura, persiste ma non a livello di produzione di massa atta alla commercializzazione del prodotto. Il turismo non è ancora particolarmente valorizzato ed è quindi poco diffuso.

ETIMOLOGIA
Il paese prende il nome di San Gavino come conseguenza dell'insediamento dei primi abitanti intorno al villaggio di Nurazzeddu, che comprendeva una piccola chiesa dedicata a San Gavino. Il nome Monreale venne aggiunto in un secondo momento, durante la dominazione Spagnola, sotto il giudicato d'Arborea, per la vicinanza del paese al castello di Monreale.

MANIFESTAZIONI
Per la tradizionale vocazione alla coltivazione dello zafferano, di cui è il maggiore produttore nazionale, nel mese di novembre si svolge la Sagra dello Zafferano, una delle più importanti a livello regionale dedicate a questo prodotto.

La domenica e il martedì prima del Mercoledi delle Ceneri si svolge da decenni il carnevale Sangavinese con la sfilata dei carri allegorici.

In onore della patrona del paese, Santa Chiara, viene celebrata ogni anno una settimana di festa nel mese di Agosto, con eventi religiosi e civili. Anche per la festa di Santa Teresa, a Settembre, e per quella di Santa Lucia, a Dicembre, si tengono festeggiamenti sia di base religiosa che di base civile.

Fra gli eventi più recenti, da alcuni anni, si svolge un festival di musica elettronica, Fonderia Sonica.

LA CHIESA
La chiesa di San Gavino Monreale è giunta a noi pesantemente modificata rispetto alle originarie strutture gotiche, che risalgono probabilmente al XIV secolo.
L'aula, mononavata, ha le pareti intonacate e la volta, originariamente lignea, in muratura. Unica parte della struttura trecentesca ad essersi salvata è l'abside, in pietra calcarea e vulcanica, a pianta quadrata e con una finestra archiacuta, in origine una bifora.
Nella parete d. del presbiterio si trova un concio che reca incisa la data 1347, mentre dall'altra parte si trova dipinta la data 1388, in un'iscrizione tracciata su un sottile strato di intonaco. Si può individuare fra le due date il lasso di tempo in cui è stata edificata al chiesa.
Le volte a crociera costolonate dell'abside sono rette da quattro mensole scolpite con figure antropomorfe, nelle quali sono stati identificati i giudici Mariano IV e Ugone III de Bas-Serra, sovrani d'Arborea, ed Eleonora d'Arborea (figlia di Mariano IV) con il marito Brancaleone Doria.

LA FONDERIA
La Fonderia fu costruita nei primi anni Trenta del secolo scorso. Venne edificata vicino alla vecchia linea ferroviaria privata costruita dalla società Montevecchio per il trasporto dei minerali dalle miniere a San Gavino, da dove veniva poi trasportato in treno fino al porto di Cagliari. Iniziate le attività nell'aprile del '32, divenne ben presto lo stabilimento più importante d'Italia, capace di produrre annualmente 20.000 tonnellate di materiale. Nata per affiancare e completare le attività estrattive ha concluso le sue attività parallelamente alla chiusura delle miniere.

DATI RIEPILOGATIVI

Popolazione Residente 9.460 (M 4.614, F 4.846)
Densità per Kmq: 108,1 (Censimento Istat 2001)

CAP 09037
Prefisso Telefonico 070
Codice Istat 106014
Codice Catastale H856

Denominazione Abitanti sangavinesi
Santo Patrono Santa Chiara
Festa Patronale 12 agosto

Numero Famiglie (2001) 3.241
Numero Abitazioni (2001) 3.550

Il Comune di San Gavino Monreale fa parte di:
Regione Agraria n. 10 - Campidano di San Gavino
Associazione Nazionale Città della Terra Cruda

Comuni Confinanti
Gonnosfanadiga, Pabillonis, Sanluri, Sardara, Villacidro

Chiese e altri edifici religiosi sangavinesi
Chiesa parrocchiale di San Gavino
Chiesa parrocchiale di Santa Chiara

Eventi, Feste e Sagre
Sagra dello Zafferano (metà ottobre)