.

Sardara
Sardegna

Sardara è un comune di 4.350 abitanti della provincia del Medio Campidano, nella regione storica della Marmilla. Sorge al centro della pianura del Campidano. Le sorgenti di acque termali e l'equidistanza da Cagliari ed Oristano, ne hanno favorito lo sviluppo.

ACQUAE NEAPOLITANAE
Le Aquae Neapolitanae o Aquae Calidae Neapolitanorum sono sorgenti termali con un nucleo abitato continguo. Sono citate da Tolomeo nell'Itinerario antonino, che le colloca ad una certa distanza dall'antica città di Neapolis verso l'entroterra, lungo la strada che da Othoca (l'odierna Santa Giusta) conduceva a Caralis (l'odierna Cagliari). Le Aquae Neapolitanae sono da identificare con le fonti termali conosciute come terme di Santa Maria de Is Aquas, nel territorio comunale di Sardara, a pochi chilometri dalla SS 131.

MUSEI
Museo Archeologico "Villa Abbas".

DA VEDERE
Pozzo Sacro Sant'Anastasia, tempio a pozzo nuragico
Castello di Monreale
Chiesa di Sant'Anastasia
Chiesa di San Gregorio

MANIFESTAZIONI
19 Settembre : Santa Maria de Is Acquas (4 Giorni)
12 Novembre : Santa Anastasia (2 Giorni)
12 Marzo : San Gregorio Magno (1 Giorno)

DATI RIEPILOGATIVI

Popolazione Residente 4.350 (M 2.136, F 2.214)
Densità per Kmq: 77,5 (Censimento Istat 2001)

CAP 09030
Prefisso Telefonico 070
Codice Istat 106016
Codice Catastale I428

Denominazione Abitanti sardaresi
Santo Patrono Maria SS. Assunta
Festa Patronale 15 agosto

Numero Famiglie (2001) 1.434
Numero Abitazioni (2001) 1.624

Il Comune di Sardara è:
Città Termale (Terme di Sardara, in località Santa Maria)

Il Comune di Sardara fa parte di:
Regione Agraria n. 10 - Campidano di San Gavino

Comuni Confinanti
Collinas, Mogoro (OR), Pabillonis, San Gavino Monreale, Sanluri, Villanovaforru