.

 

 

 

 

 

 

 

Siliqua
Sardegna

Siliqua (in sardo Silìcua) è un comune di circa 4.000 abitanti della provincia di Cagliari, compreso tra le regioni del Sulcis-Iglesiente e del Campidano di Cagliari. Il suo nome proviene dal latino siliqua ("baccello"). A Siliqua sono presenti numerosi luoghi di interesse tra cui alcune Domus de janas ed il Castello d'Acquafredda, monumento principale del paese. Sono presenti inoltre numerose chiese di epoca aragonese distribuite in tutto il territorio e alcune zone di campagna ricche di fauna e flora, tra cui Campanasissa e il Monte Arcosu (che da il nome alla riserva).

CASTELLO D'ACQUAFREDDA
Il Castello d'Acquafredda (Castrum Acquae Frigidae) è un castello risalente al XIII secolo che domina la valle del Cixerri. Collegato a vista ai manieri di Gioiosaguardia (Villamassargia), di Baratuli (Monastir) e di San Michele (Cagliari), deve il suo nome alla sorgente d'acqua che sgorga sulla collina. Costruito per volere del Conte Ugolino della Gherardesca, passò poi agli Aragonesi e ad altri feudatari sardi. Nel 1758, venne riscattato da Vittorio Amedeo III di Savoia (successivamente Re di Sardegna).

EDIFICI RELIGIOSI
Chiesa Parrocchiale di San Giorgio

QUARTIERI
Stazione
Rio Forrus
Cixerri
Sa Turri
San Giuseppe
Zinnigas

DATI RIEPILOGATIVI

Popolazione Residente 4.150 (M 2.065, F 2.085)
Densità per Kmq: 21,8 (Censimento Istat 2001)

CAP 09010
Prefisso Telefonico 0781
Codice Istat 092078
Codice Catastale I734

Denominazione Abitanti siliquesi
Santo Patrono San Giorgio
Festa Patronale 23 aprile

Numero Famiglie (2001) 1.390
Numero Abitazioni (2001) 1.464

Il Comune di Siliqua fa parte di:
Comunità Montana Sulcis Iglesiente
Regione Agraria n. 12 - Campidano di Cagliari

Comuni Confinanti
Decimoputzu, Domusnovas (CI), Musei (CI), Narcao (CI), Nuxis (CI), Uta, Vallermosa, Villamassargia (CI), Villaspeciosa