.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Villacidro
Sardegna

Villacidro (in sardo Biddexidru o Biddexirdu) è un comune di quasi 15mila abitanti della provincia del Medio Campidano, di cui, insieme con Sanluri, ne costituisce il capoluogo; è anche il suo centro più popoloso. Villacidro è conosciuto anche per esser considerato tradizionalmente il paese delle streghe.

LE STREGHE
A Villacidro lo giuravano tutti: IS COGAS, le streghe, avevano la coda che tenevano ben nascosta agli sguardi della gente. Naturalmente nessuno poteva esserne certo, visto che indossavano gonne lunghe fino ai piedi. Erano esseri malefici che avevano il potere di trasformarsi in animali e persino in oggetti. Quando dovevano entrare in una casa si tramutavano in mosche, ma potevano mutarsi in qualche gatto e passeggiare per i tetti la sera in cerca di qualche finestra aperta. Sull'argomento, da tempo immemorabile un po' in tutta la Sardegna si è sbizzarrita la fantasia popolare. I racconti sulle streghe, anzi meglio IS COGAS, così qui si chiamano, erano quelli preferiti dalle nonne per ammaliare i bimbi più vivaci e trattenerli durante le lunghe serate estive o i dopocena invernali davanti al focolare. Per essere più credibli facevano riferimento a zia Amalia, a zia Maria o a qualunque donnetta che avesse qualcosa fuori dall'ordinario, le quali si trasformavano ora in gatto, ora in mosca, ora in altro essere malefico. Cosa avessero di vero quei racconti, poco si sa. Di certo venivano subito appresi dagli attenti fanciulli, e le streghe vagavano per fare malefici da generazione in generazione, da paese in paese e spaventavano i bimbi e incutevano timore negli adulti, soprattutto quando accadeva una morte di un bimbo, di una puerpera o qualunque fatto inspiegabile.

 

DA VEDERE

La cascata Sa Spendula, composta da tre salti, è formata dal torrente Coxinas, che prende poi il nome di Rio Seddanus. È una meta frequentata nel periodo estivo in quanto poco distante dal centro abitato. Il sito fu elogiato in una poesia di Gabriele D'Annunzio durante una permanenza nel paese.

Più all'interno, fra i rilievi compresi fra l'altopiano di Oridda e il Monte Linas, sono presenti altre tre cascate, quella del Rio Linas, quella di Piscin'Irgas e quella di Muru Mannu, ubicate in un'area di interesse naturalistico nota come Monti Mannu. La cascata di Muru Mannu, notoriamente associata al territorio di Villacidro, è in realtà ubicata in territorio comunale di Gonnosfanadiga appena oltre il confine con quello di Villacidro.

Lavatoio in stile Liberty (fine XIX secolo)

EDIFICI RELIGIOSI
Chiesa con l'Oratorio di N. S. del Rosario
Chiesa con l'Oratorio delle Anime Purganti
Chiesa Parrocchiale di Santa Barbara

MUSEI
Farmamuseo "Sa Potecarìa"

DATI RIEPILOGATIVI

Popolazione Residente 14.732 (M 7.335, F 7.397)
Densità per Kmq: 80,3 (Censimento Istat 2001)

CAP 09039
Prefisso Telefonico 070
Codice Istat 106025
Codice Catastale L924

Denominazione Abitanti villacidresi
Santo Patrono Santa Barbara
Festa Patronale 4 dicembre

Numero Famiglie (2001) 4.899
Numero Abitazioni (2001) 5.330

Il Comune di Villacidro fa parte di:
Comunità Montana Linas
Regione Agraria n. 2 - Colline dell'Iglesiente Settentrionale
Associazione Nazionale Città dell'Olio

Comuni Confinanti
A est: Sanluri, Serramanna; a nord: San Gavino Monreale; a ovest: Domusnovas (CI), Gonnosfanadiga; a sud: Iglesias (CI), Vallermosa (CA), Villasor (CA).